Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Poeti a Cervia per Tolmino

Invitati da Gianfranco Lauretano, sabato 30 settembre in Biblioteca e in teatro

Poeti a Cervia, Biblioteca, I libri di Tolmino


“Dove nascono i libri?” (Per rispondere ) “si ritorna a visitare certi luoghi così speciali come solitamente sono le ‘case per scrivere’ per delineare, tutt’attorno alle dimore di poeti e letterati, una mappa esemplare di luoghi, di paesaggi della scrittura, siano essi fonti per l’ispirazione oppure da vedere come fondali animati di questa o quella narrazione”. 

Intorno alle case dei poeti romagnoli germoglia la nuova poesia e, da qualche anno, con una fioritura sempre più rigogliosa. E’ questo uno degli effetti vitali che si attendevano, in cuor loro, coloro che hanno voluto e sostenuto questa nuova produzione poetica, espressa sia nei dialetti locali e in lingua italiana. In prima linea l’Istituto regionale dei beni culturali ( IBACN), sulla strada tracciata da Ezio Raimondi, uno dei maggiori studiosi italiani di letteratura, a cui si sono affiancati negli anni i Comuni e le Case-museo degli scrittori emiliano-romagnoli e le biblioteche. Una mappa delle “case per scrivere” è stata aggiornata quest’anno in occasione della nuova edizione degli appuntamenti intitolati Dove abitano le parole.

Anche Cervia con la Biblioteca comunale, insieme con associazioni come “ABC Amici della Biblioteca” e “amici di Tolmino Baldassari”, ha dato il suo contributo affidando al poeta Gianfranco Lauretano la realizzazione di un duplice incontro in omaggio al poeta Baldassari.
Sabato 30 settembre alle ore 16:30 in Biblioteca si terrà un seminario di letture strutturato come coro di letture in cui sette poeti, in una sequenza di pochi minuti ciascuno, leggeranno e commenteranno una poesia di Tolmino.
I poeti invitati da Lauretano, amico e curatore dell’opera di Baldassari – a partire da L’ombra dei discorsi, antologia, 2010 - sono attivi in Romagna come Bruno Bartoletti di Sogliano al Rubicone, Stefano Maldini di Cesena, Anna Maria Tamburini di Rimini, Gianfranco Fabbri, forlivese di adozione oltre ai due emiliani , Francesca Serragnoli da Bologna e Alberto Bertoni, modenese, docente universitario presente a Cervia nella duplice veste di poeta e critico letterario.

Le letture dei sette poeti avranno come cornice le fotografie realizzate da due giovani fotografi cervesi ritraendo la Sala della Biblioteca che accoglie i libri donati alla comunità dal poeta cervese: le foto di Elisa P. Giannettoni e Lorenzo Lelli fanno parte di una sequenza che correda la Guida delle case degli scrittori a cura dell’IBACN.
Dopo una pausa conviviale, alle ore 20:30 i poeti si sposteranno sul palco del Teatro comunale per proporre una scelta di loro componimenti, intervallati dalla esecuzione di brani musicali eseguiti dal violoncellista Gabriele Zoffoli della Scuola comunale Rossini di Cervia.
Una suggestione visiva sarà quella evocata da alcuni dipinti dell’artista ravennate Stefania Salti: le opere saranno esposte temporaneamente in Teatro e in Biblioteca accomunate dal titolo ”Corteccia tattile”.

 

Gli incontri sono ad ingresso libero. Informazioni biblioteca@comunecervia.it 0544 979384 www.biblioteca.comunecervia.it Fb: biblioteca.goia.cervia

Foto: Lorenzo Lelli

 

Chiudi menu
Informazioni turistiche