Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

La Salina di Cervia

Quando la salina si tinge di rosa

Il tramonto finisce troppo presto in salina

Tuffati nella natura

Volo di fenicotteri - Foto: @Giulia Maioli

Porta di accesso a sud e stazione del Parco del Delta del Po, la Salina di Cervia è considerata un ambiente di elevatissimo interesse naturalistico e paesaggistico

Salina di Cervia, foto aerea
La Salina si estende per una superficie di 827 ettari a circa 1600 m di distanza dal mare.

Nel 1959 la Salina venne trasformata radicalmente: si abbandonò la raccolta multipla, rappresentata da piccole e numerose saline a conduzione famigliare, e si passò alla raccolta unica di tipo industriale. Le 144 saline furono trasformate radicalmente in un’unica grande salina nella quale il sale veniva raccolto una sola volta in poche decine di vasche dette “salanti” alla fine dell’estate, con l’impiego di moderne attrezzature meccaniche.

Salina di Cervia, Salina Camillone
La Salina Camillone è l’unica superstite delle saline a raccolta multipla; ancora in funzione grazie all’attività volontaria svolta dal Gruppo Culturale Civiltà Salinara, produce un sale, presidio Slow Food, di altissima qualità.

Salina di Cervia, Centro Visite
All’interno della Salina si trova il Centro Visite, costruzione ricavata da un vecchio macello e attrezzata come punto di incontro per amanti della natura e dell’avifauna. Infatti, è divenuto oggi uno dei più importanti osservatori per lo studio e il censimento delle migrazioni lungo la direttrice adriatica. Il Centro Visite è il luogo di partenza per visite guidate all’interno della Salina di Cervia; al suo interno si snoda un percorso di conoscenza che consente di approfondire la tematiche storiche ed economiche legate alla produzione del sale.

 


Nelle acque della Salina si trova l’Artemia salina, piccolo crostaceo rossastro lungo al massimo 15 mm. L’Artemia salina è importantissima per la produzione di sale, rende limpida l’acqua delle vasche nutrendosi di alghe e detriti e, favorendo la penetrazione dei raggi del sole, facilita l’evaporazione. Questo piccolo animaletto è inoltre un anello fondamentale della catena alimentare della Salina: è infatti predata soprattutto da uccelli come il Fenicottero, la Volpoca e da numerose specie di limicoli quali l’Avocetta e il Cavaliere d’Italia.

 

Salina di Cervia, fenicotteri
Per visite guidate, escursioni o iniziative didattiche:

Centro Visite Salina
Via Bova 61, Cervia
Tel. 0544 973040
Fax 0544 974548
salinadicervia@atlantide.net
www.atlantide.net/salinadicervia


Per lo stabilimento produttivo rivolgersi a:
Parco della Salina
Via Salara 6, Cervia
Tel. 0544 971765
Fax 0544 978016
www.salinadicervia.it
www.stanzadelsale.com
info@salinadicervia.it

archiviato sotto: ,
Chiudi menu
Informazioni turistiche