Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Grazia Deledda (1875-1936)

Il capanno e gli attrezzi in salina, foto @Paolo Monti

Grazia Deledda (1875-1936)

Grazia DeleddaGrazia Maria Cosima Damiana Deledda è nata a Nuoro nel cuore dell'aspra Sardegna, quarta di sei figli. Autodidatta e amante di tutta la grande narrativa europea, esordì giovanissima come narratrice. Difficile inquadrare la sua letteratura che costantemente si muove nella scia del verismo e di preannuncio del decadentismo. Nei suoi racconti l'amore, il dolore, e la morte si intrecciano costantemente inquadrati da un paesaggio primitivo e rude come quello isolano, ma che spesso si mescola con altre atmosfere tra cui quelle proprie di Cervia.
Grande amica della città, trascorse qui molte stagioni attratta in modo particolare dall'atmosfera calda del nostro paese, ancora nel Viale Colombo è possibile scorgere la sua villa che per tanti anni l'ha ospitata creando per lei una sorta di seconda casa. Nel 1927, l'anno dopo il nobel, ottenne la cittadinanza onoraria a Cervia.

Chiudi menu
Informazioni turistiche