Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Ravenna Festival, Il Trebbo in Musica 2.1

Ravenna Festival, Il Trebbo in Musica 2.1

La prestigiosa rassegna all'Arena dello Stadio dei Pini di Milano Marittima e in Piazza Garibaldi a Cervia

La XXXII edizione del Ravenna Festival porta a Cervia e all'Arena dello Stadio dei Pini di Milano Marittima una rassegna di spettacoli, musica e cultura.

Cervia, Ravenna Festival, Arena Stadio dei Pini

Sabato 19 e giovedì 24, mercoledì 30 giugno, giovedì 8 e domenica 25 luglio

Milano Marittima - Arena dello Stadio dei Pini 

Giovedì 22 e sabato 31 luglio

Cervia - Piazza Garibaldi


Torna a Cervia e a Milano Marittima la rassegna del Ravenna Festival con sette appuntamenti dedicati alla cultura e alla musica. Una rassegna creata ad hoc, piedi ben piantati in un passato eccellente ma uno sguardo puntato sul presente e sul futuro.

Dal 19 giugno al 31 luglio, sempre alle 21.30, sette appuntamenti d’autore della seconda edizione, il Trebbo in musica 2.1, rinnovano e reinventano la tradizione romagnola del trebbo e le pionieristiche letture pubbliche di Walter Della Monica e “Toni” Comello, tra omaggi a Dante e tributi a un altro patrimonio poetico e musicale, quello della canzone d’autore italiana.

La rassegna, quest’anno estesa anche a Piazza Garibaldi oltre che all’Arena dello Stadio Germano Todoli, detto dei Pini, vedrà la partecipazione di Elio, Neri Marcorè, Piero Pelù, Giovanni Lindo Ferretti, Ambrogio Sparagna, Peppe Servillo, Mario Incudine, l’Orchestra Corelli e lo Stefano Di Battista Jazz Quartet, ma anche Ernesto Assante e Gino Castaldo, Federico Buffa, Aldo Cazzullo, Marco Belpoliti.

 

Quale città poteva diventare capitale di questo Trebbo 2.1, se non Cervia?
“Il sodalizio fra un Festival di fama internazionale e una tradizione a noi cervesi particolarmente cara, quella del trebbo poetico sottolinea la storia culturale della nostra città unita alla musica, definendone contorni e spessore.
Cervia ha visto nel tempo la presenza di grandi esponenti del mondo letterario, alcuni dei quali, come Grazia Deledda e Giovannino Guareschi, hanno qui preso dimora. Quattro i cittadini onorari legati alla cultura e alla letteratura: Grazia Deledda, Giuseppe Ungaretti, Mario Luzi e ultimo, solo in senso temporale, Roberto Vecchioni
Siamo orgogliosi di poter rinnovare, in un anno di indiscutibile difficoltà e incognite, la collaborazione con Ravenna Festival e offrire al pubblico di Cervia e Milano Marittima sette spettacoli in luoghi di suggestione quali la piazza, cuore della città antica, e la secolare pineta, parte di quel bosco ‘spesso e vivo’ cantato da Dante nella Commedia”. 
Il Sindaco di Cervia, Massimo Medri

 

Una rassegna che si ispira al Trebbo

L'itinerario di incontri si inaugura all'Arena dei Pini con una serata dedicata al cantautore bolognese Lucio Dalla, instancabile esploratore di mondi musicali dal pop al jazz.

Sabato 19 giugno

Vi raccontiamo Lucio Dalla

Milano Marittima - Arena Stadio dei Pini, Via Ravenna 61

Vi raccontiamo Lucio Dalla

Info e prevendite

Posto unico numerato € 15, 00 - € 20,00 (vedi programma dettagliato)

Iat Cervia

tel. +39 0544 974400

Iat Milano Marittima

tel. +39 0544 993435

Ravenna Festival

tel. +39 0544 249244

ravennafestival.org


7 incontri tra poesia, parole, temi di attualità e musica

Il programma di dettaglio, con i protagonisti dei sette incontri, è disponibile di seguito, alla voce Per saperne di più

Timetable

Sabato 19 giugno 

Vi raccontiamo Lucio Dalla

Di e con Ernesto Assante e Gino Castaldo
con la partecipazione di Stefano Di Battista Jazz Quartet

Stefano Di Battista sassofono
Amedeo Ariano batteria
Julian Oliver Mazzariello pianoforte
Dario Rosciglione contrabbasso

Vi raccontiamo Lucio Dalla

Aveva dita troppo corte per suonare il piano, non conosceva abbastanza la musica per comporre, aveva un fisico lontano da ogni canone, aveva collezionato insuccessi discografici, non aveva una cultura da intellettuale. Eppure è diventato uno dei più grandi cantautori della storia della musica italiana. Due autorità del giornalismo musicale come Assante e Castaldo ne hanno tracciato un ritratto in una biografia che intreccia vita e musica di questo artista nato il 4 marzo 1943, popolarissimo ma al tempo stesso imprevedibile e indecifrabile, capace di muoversi, inafferrabile, dal pop al cantautorato, dai parolieri ai poeti, dalla canzonetta al jazz. E proprio questa è la chiave interpretativa scelta da uno dei più affermati talenti del jazz italiano, Stefano Di Battista – già ingaggiato dalla storica Blue Note – alla testa del suo collaudatissimo quartetto.

Posto numerato € 15,00 - under 18 € 5,00


 

Giovedì 24 giugno   Ravenna Festival, profilo Dante

Milano Marittima - Arena Stadio dei Pini, Via Ravenna 61

A riveder le stelle

dall’omonimo volume di Aldo Cazzullo (Mondadori, 2020)

Di e con Aldo Cazzullo
con la partecipazione di Piero Pelù

regia Angelo Generali

A riveder le stelle, Piero Pelù

L’Italia è nata dai versi di Dante. È una constatazione perentoria quella che ha spinto Aldo Cazzullo a scrivere un volume già classico sul Poeta del Settecentenario. Un libro premiato da vendite stellari quanto la visione del Sommo all’uscita da quell’Inferno su cui Cazzullo indaga. Ricostruire nel dettaglio il viaggio di Dante consente di constatarne l’attualità, dall’idea della donna come capolavoro di Dio all’esaltazione della capacità che hanno gli italiani di rinascere, senza lesinare nella condanna a chi antepone l’interesse privato a quello pubblico. Cazzullo affida la trasposizione del libro in spettacolo allo specialista Angelo Generali (già con Augias, Sgarbi, Massini e Don Gallo), chiamando a esaltare la musicalità della lirica dantesca Piero Pelù, fiorentino doc e “rock”.

Posto numerato €15,00 - under 18 € 5,00


Mercoledì 30 giugno 

Milano Marittima - Arena Stadio dei Pini, Via Ravenna 61

Pianura

dall'omonimo libro di Marco Belpoliti

conversazione a cura di Emiliano Visconti
con Marco Belpoliti
e la partecipazione di Giovanni Lindo Ferretti

In collaborazione con Rapsodia Festival e la Biblioteca Comunale “Maria Goia” di Cervia

a seguire

Giovanni Lindo Ferretti in concerto
A cuor contento

con Ezio Bonicelli chitarra elettrica e violino
Luca A. Rossi basso, chitarra elettrica e batteria elettronica

Pianura

“Un’autobiografia in forma di paesaggio”. Marco Belpoliti definisce così il suo libro sulla Pianura Padana: non un trattato né un saggio storiografico, piuttosto l’eviscerazione di un immaginario e il racconto (collettivo) di una “parte fondamentale dell’Italia, messa di fronte a una crisi d’identità”. Coinvolgendo una miriade di figli nobili di questa terra (anche ravennati, come Marco Martinelli ed Ermanna Montanari), Belpoliti traccia le coordinate per un futuro che sappia traboccare di passioni, etica e storia almeno quanto il passato. Un’Emilia, dunque, lontana eppure vicina, sempre “paranoica” e non di meno familiare. L’epicentro poetico e biografico di un esploratore di mondi e di culture come Giovanni Lindo Ferretti, che ridarà fiato “a cuor contento” al repertorio più iconico di CCCP e CSI.

Posto numerato €15,00 - under 18 € 5,00


 

Giovedì 8 luglio 

Milano Marittima - Arena Stadio dei Pini, Via Ravenna 61

Federico Buffa
Amici fragili

La storia di un incontro tra Gigi Riva e Fabrizio De André

di Marco Caronna e Federico Buffa

Marco Caronna chitarre, voci, percussioni
Alessandro Nidi pianoforte
regia Marco Caronna

Buffa, amici fragili

L’imprevedibile traiettoria che nel 1969 fece conoscere Gigi Riva e Fabrizio De André è il racconto di due ragazzi ai quali l’Italia aveva consegnato l’immaginario di una generazione. Rombo di tuono aveva appena giocato a Marassi, in quella stessa Genova dove Faber faceva venir l’alba con la sua chitarra. Occorsero parecchi whisky e innumerevoli sigarette perché i due, idoli a loro insaputa l’uno dell’altro, rompessero il ghiaccio e si sentissero accomunati da qualcosa che trascendeva il loro talento: era l’istinto a rovesciare l’ordine dei più forti, proprio come il Cagliari guastafeste di Riva, futuro campione d’Italia. Quella notte non ebbe un seguito. Presagendo che quello sarebbe stato il primo e ultimo incontro, il calciatore se ne andò con la chitarra e il cantautore con la maglia numero 11, gli unici oggetti che potevano scambiarsi.

Posto numerato €15,00 - under 18 € 5,00


 

Giovedì 22 luglio  Ravenna Festival, profilo Dante

Cervia - Piazza Garibaldi

Le divine donne di Dante

con Neri Marcorè

e con
Stefano Cabrera violoncello
Domenico Mariorenzi chitarra, pianoforte
Simone Talone percussioni
Flavia Barbacetto, Angelica Dettori vocalist

arrangiamenti musicali Stefano Cabrera

Le divine donne di Dante

La scrittura dantesca è intessuta di dialoghi tra antichi e moderni, tra morti e vivi, tra “sommersi” e “salvati”. Essa ci chiede di andare oltre, di tentare strade nuove e accogliere nuovi incontri. Così si può percorrere l’azzardo di qualche debole filo tra la musica degli endecasillabi capace di evocare immagini e le canzoni che hanno abitato o abitano i nostri giorni. Alcune figure dantesche si accampano nella fantasia con l’evidenza delle cose vedute e nella memoria conquistano una sorta di vitalità autonoma. Allora, l’idea alla base di questo nuovissimo spettacolo di Neri Marcoré è quella di dare voce a ciò che voce non ha nella Commedia, dove Dante incontra sì in maggioranza uomini, ma anche un numero certo non trascurabile (per quei tempi) di donne: un’antologia femminile attraverso la quale costruire un nuovo possibile dialogo.

Posto numerato €20,00 - under 18 € 5,00


 

Domenica 25 luglio  Ravenna Festival, profilo Dante

Milano Marittima - Arena Stadio dei Pini, Via Ravenna 61

Convivio. 
Dante e i cantori popolari

con Ambrogio Sparagna e Peppe Servillo

Ambrogio Sparagna organetto e voce
Peppe Servillo voce
Erasmo Treglia ghironda, violino a tromba e ciaramella
Clara Graziano organetto
Raffaello Simeoni voce, chitarra e fiati popolari
Marco Iamele zampogna e ciaramella
Alessia Salvucci tamburelli
Anna Rita Colaianni voce
Mario Incudine voce e chitarra
e con il coro di voci bianche Libere Note diretto da Catia Gori

Convivio, Dante e i cantori popolari

Si sa che la grandezza di Dante va ben oltre i confini dell’elitaria cerchia dei “colti” per irradiarsi, da sempre, nel cosiddetto mondo “popolare”. E si sa che i suoi versi nei secoli hanno influenzato e sono entrati nella produzione poetica di tradizione orale, per esempio ispirando metri e temi di quella pratica di poesia estemporanea in ottava rima che oggi, preziosa, sopravvive in alcune aree dell’Italia centrale. Allora, è proprio attraverso questo filo lungo sette secoli che corrono i canti e le musiche che animano questo “convivio” dantesco. Ambrogio Sparagna, insieme ad alcuni valorosi compagni di viaggio e alla testa di un ensemble poliedrico quanto esperto, concerta la narrazione: dalla vicenda di Paolo e Francesca a quelle di Ulisse e del Conte Ugolino, punteggiate da musiche “alla maniera antica”.

Posto numerato €15,00 - under 18 € 5,00


Sabato 31 luglio

Cervia - Piazza Garibaldi

Elio
Ci vuole orecchio

Elio canta e recita Enzo Jannacci

regia e drammaturgia Giorgio Gallione
arrangiamenti musicali Paolo Silvestri
con
Seby Burgio pianoforte
Martino Malacrida batteria
Pietro Martinelli basso e contrabbasso
Sophia Tomelleri sassofono
Giulio Tullio trombone

Elio, ci vuole orecchio

Doveva succedere ed è successo. Due icone della “milanesità” e della canzone “umoristica” italiana si incontrano in differita. Che poi Elio sia sempre stato troppo arguto e colto per farsi “contenere” dall’etichetta del “demenziale” e che Jannacci sia sempre stato molto (ma molto) di più che un giullaresco outsider della musica leggera nazionale non è che una ragione in più per salutare questo tributo con la massima aspettativa. La vena tragicomica dell’Enzo che purtava i scarp del tennis ha dato vita, fra capitomboli di note e di sventure, a personaggi e storie che rivelano, come al microscopio, tutte le sfumature di grigiore dell’esistenza e della società. Le stesse di cui, a ben guardare, si è fatto testimone Elio in trent’anni di geniali e illuminanti calembour linguistici e sonori.

Posto numerato €20,00 - under 18 € 5,00


Info e prevendite

Biglietti: posto unico numerato a 15 Euro (Arena dello Stadio dei Pini) e 20 Euro (Piazza Garibaldi)

Iat Cervia

tel. +39 0544 974400

Iat Milano Marittima

tel. +39 0544 993435

Ravenna Festival

tel. +39 0544 249244

ravennafestival.org

 

Evento promosso da Ravenna Festival, Comune di Cervia
Con il contributo della Cooperativa Bagnini di Cervia

Quando

dal 19 giugno al 31 luglio 2021

Orari

ore 21.30

Tariffe d'ingresso

15 Euro (Arena dello Stadio dei Pini)
20 Euro (Piazza Garibaldi)

Ufficio informazioni

IAT Cervia
Cervia
Torre San Michele, Via Arnaldo Evangelisti 4
0544 977194
Chiudi menu
Informazioni turistiche

www.turismo.comunecervia.it - #VisitCervia - iatcervia@cerviaturismo.it - +39 0544 974400