Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

I Mille di Sgarbi

I Mille di Sgarbi

Lo stato dell’arte contemporanea in Italia, terza edizione, la seconda a Cervia, con una selezione di pittori, scultori e fotografi scelti da Vittorio Sgarbi.

I Mille di Sgarbi


Mentre a Cortina, al Museo Mario Rimoldi delle Regole di Ampezzo, è ancora in corso la seconda edizione de I Mille di Sgarbi – Lo Stato dell'Arte Contemporanea in Italia, la terza edizione torna a Cervia. per il secondo anno consecutivo. 

Cortina e Cervia, unite dall’arte per ripartire in nome di un turismo di qualità, più lento e all’insegna della cultura come simbolo di un nuovo inizio.

La collettiva contemporanea dei Mille presenta una selezione di pittori, scultori e fotografi italiani e internazionali scelti da Vittorio Sgarbi, il critico d’arte più famoso d’Italia.

Rappresenta una delle prime mostre a inaugurare subito dopo i mesi di chiusura forzata. E' stata progettata proprio nel periodo più incerto, voluta da Sauro Moretti che non ha mai smesso di credere nell'arte come opportunità per la ripartenza.

Se qualcosa questo virus ci ha insegnato, è che l’arte ha sempre più necessità di essere vista dal vivo e che il web non può garantire le stesse emozioni di un'opera d’arte vissuta dal vivo. L’arte ha sempre la necessità di manifestarsi in spazi fisici, pubblici e privati, come luogo di incontro dove mostrare nuove idee aperte alla discussione.
[Vittorio Sgarbi]


Molte delle opere in mostra sono nate proprio nei mesi della chiusura. Pittori, scultori e grafici, già abituati a lavorare nella tranquillità del loro studio, hanno espresso le incertezze, le ansie e i timori del momento, trasferendoli sulla materia.

I fotografi, costretti dal distanziamento sociale a scattare muovendosi come dei ladri per le vie delle città, hanno ripreso scorci dove l’uomo è solo un fantasma di passaggio. Molte delle foto in mostra sono state scattate prima dell’avvento del Covid-19 che ha limitato la quotidianità. Fotografie che prima ci avrebbero raccontato poco di eccezionale e che ora sembrano quasi appartenere a un passato lontanissimo: la normalità, quella dei bambini che giocano liberi per strada, di un mercato affollato, di persone che vivono la vita come l’abbiamo sempre concepita e che oggi affrontiamo con cautela e impaccio.

E ci sono naturalmente le opere che non risentono del momento. Mantengono temi e soggetti cari all’artista che preferisce estraniarsi dalla realtà e innalzarsi con visione ascetica dal tormento degli eventi.

E' proprio questa visione, con il suo impatto sull’immaginario collettivo, a dare la spinta per la creazione di opere che si fondano sul percepito comune del Paese, tra verità e bufale e diventano manifesti veri e propri dell'incertezza e sfiducia ancora in corso. Non solo riguardo al virus ma anche ai problemi ambientali ed economici di un sistema che non regge più, in mezzo alle strabilianti notizie quotidiane.

 

I Mille di Sgarbi, inaugurazione mostra edizione 2019 

Il momento inaugurale della collettiva al Magazzino del Sale di Cervia con Vittorio Sgarbi e il Sindaco di Cervia, Massimo Medri
edizione 2019

 

Contatti

Associazione Lo Stato dell'Arte

Quando

dal 4 al 12 luglio 2020

Orari

dalle ore 19.00 alle 24.00

Luogo

Magazzino del Sale Torre

Cervia - Via Nazario Sauro

Gratuito

Si

Ufficio informazioni

IAT Cervia
Cervia
Torre San Michele, Via Arnaldo Evangelisti 4
0544 977194
Chiudi menu
Informazioni turistiche