Logo stampa
Ritorna a Home Page

Benvenuto
nel sito turistico
ufficiale
del Comune di Cervia

 
 
 
Emilia Romagna Turismo
  • Emilia Romagna Turismo

    questo sito partecipa al Sistema informativo turistico regionale

     
 
Cerca nella sezione
:
Accessibilità portatori di handicap:
periodo di apertura:
:
Dal:
 
Al:
 
Tariffe:
 
 

I Magazzini del Sale


Via Nazario Sauro - Cervia
 

I Magazzini del Sale, edifici imponenti di archeologia industriale legati alla tradizione del sale, fanno oggi da cornice molto suggestiva ed evocativa per esposizioni, mostre e spettacoli.

CerviaSale - tappa 10

Questa è la decima tappa del percorso CerviaSale.
Vai alla tappa successiva:


 

 
Magazzino del Sale Torre

Affacciati sul canale delle saline, i Magazzini del Sale rappresentano uno dei migliori esempi di archeologia industriale in territorio cervese.

Il Magazzino Torre, adiacente alla Torre San Michele, fu costruito nel 1691, per volontà del Tesoriere di Romagna Michelangelo Maffei, per assicurare lo stivaggio del sale prodotto nelle saline.
Nel 1712 venne costruito dalla parte opposta del canale il Magazzino Darsena, destinato allo stivaggio del sale che aveva subìto una prima pulitura e asciugatura nel Magazzino Torre, e alla successiva opera di pesatura e porzionatura in sacchi destinati alla vendita.

 
Magazzino del Sale Torre

Le saline, divise in piccoli lotti, erano lavorate singolarmente e in modo artigianale dai salinari, che rappresentavano la quasi totalità della popolazione cervese.

L’esigenza di conservazione del sale spinse gli amministratori Pontifici all’edificazione dei due grandi edifici lungo il Porto Canale di Cervia, adibiti appunto a tale scopo: il magazzino Torre, lungo 80 metri e largo 26 metri, di forma rettangolare divisa in sei campate, poteva contenere fino a 130.000 quintali di sale.

L’altro edificio, posto dall’altra parte del Canale, è il magazzino Darsena; poteva contenere fino a 100.000 quintali di sale. Il sale raccolto dalla primavera fino a metà settembre veniva caricato su caratteristiche imbarcazioni a fondo piatto chiamate burchielle e, attraverso il Porto Canale, veniva trasportato nei magazzini, dove poteva essere conservato. Per rendere più agevoli i lavori di immagazzinamento, i due edifici erano tra loro collegati con un ponte di ferro.

Nel 1959, in seguito alla trasformazione delle saline da piccoli lotti lavorati artigianalmente a grandi porzioni lavorate utilizzando metodi di raccolta più tecnologici, ma anche a causa della diminuzione della domanda di sale, i magazzini persero la loro antica funzione e furono lentamente abbandonati.

 
Magazzino del Sale Torre
 
Share
 
 
notizie aggiuntive

All’interno del magazzino Torre, MUSA, Museo del Sale, custodisce una parte importante di storia cervese. Nato dall’attività del Gruppo Culturale Civiltà Salinara, il museo ha lo scopo di tutelare, conservare e valorizzare oggetti, immagini e documenti testimoni della civiltà del sale. All’interno si sviluppano percorsi che esplorano l’avventura dell’acqua e del sale, e gli uomini al lavoro. Tra gli oggetti conservati, spiccano alcuni pezzi particolarmente interessanti come la burchiella, imbarcazione in ferro utilizzata per il trasporto del sale. Il museo mette in mostra inoltre gli antichi attrezzi in legno usati per la lavorazione, immagini dei salinari al lavoro e tutto ciò che ruota attorno alla produzione del sale e alla antica salina.

Sede ideale per convegni abbinati a mostre ed esposizioni: 5 sale comunicanti per 1.500 mq. riscaldate, n. posti 250.

come arrivare

accessibile con mezzi pubblici e con vetture private

 
Accessibilità portatori di handicap: accessibile ai disabili

Per i più piccoli

Data ultimo aggiornamento: 01/08/2015