Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Come preparare la tradizionale piadina romagnola

Come preparare la tradizionale piadina romagnola

La piadina, un prodotto tipico della Romagna, fatto ancora oggi secondo la tradizione

Ascolta con l'audioguida

Scarica il file per ascoltare anziché leggere


Testo integrale dell'audioguida

 

Intorno alla metà degli anni ’60, all’interno della piazzetta delle erbe, la signora Maria vendeva la famosa piadina romagnola, molti anziani cervesi affermano che fu la prima a Cervia a svolgere questa attività all’aperto.

Esistono numerose ricette e modi di preparare la piadina che variano da località a località, a partire dalla costa riminese, dove la piadina è sottile, e procedendo verso l’interno, il cesenate e il forlivese, e a nord verso Ravenna, dove la piadina diventa più grossa e spessa.

La piadina si prepara ancora oggi come un tempo faceva l'azdora, cioè la padrona di casa da cui dipendeva tutta l'organizzazione familiare. I pochi ingredienti, farina, acqua, sale e strutto di maiale, vengono impastati tutti insieme. L’impasto viene poi suddiviso in piccole pagnotte che vengono spianate con il matterello fino a ottenere la caratteristica forma a disco.

La cottura, da effettuare sul caratteristico testo in ghisa o in terracotta, deve essere molto rapida: la piadina non deve cuocere più di 2/3 minuti per lato. 


COSE CHE POTREBBERO INTERESSARTI

 

Documenti correlati

Chiudi menu
Informazioni turistiche