Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Come preparare i passatelli

Come preparare i passatelli

Un piatto povero ma gustoso, nato dalla tradizione contadina con ingredienti semplici

Ascolta con l'audioguida

Scarica il file per ascoltare anziché leggere


 

Un piatto povero tipicamente romagnolo ma molto gustoso sono i passatelli, la pasta di antica tradizione, nata nelle case contadine dal riutilizzo di avanzi e materiali poveri di cucina, dal pane raffermo al formaggio indurito.

I pochi ingredienti, pangrattato, parmigiano reggiano, uova e un pizzico di noce moscata, vanno miscelati con cura fino a ottenere un impasto compatto. Poi con l’apposito strumento chiamato “e fer”, simile allo schiacciapatate, si preme sul composto fino a farlo fuoriuscire dai fori dando luogo alla tipica forma.

In passato era la minestra delle feste e delle grandi occasioni, Pasqua, battesimi, cresime e matrimoni, tranne il Natale in cui erano sostituiti dai cappelletti in brodo.

Nella ricetta la quantità di pangrattato era la stessa del parmigiano, tuttavia nelle case dei ricchi prevaleva il parmigiano, mentre in quelle dei poveri prevaleva il pane.

A Cervia si possono gustare in brodo di pesce. Per preparare il brodo è sufficiente far bollire per circa un’ora una cipolla, una carota, un pomodoro e del sedano insieme a pesce misto a scelta, ad esempio Scorfano, Sarago, Pagello, e una testa di Coda di Rospo.


COSE CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Documenti correlati

Chiudi menu
Informazioni turistiche