Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Manifestazioni e eventi degli anni 60-70, negli scatti di Sante Crepaldi

Un vulcano di idee senza precedenti

Negli anni '60 e '70 tutti i cittadini facevano a gara per promuovere la località, in Italia e all'estero, con appuntamenti di rilievo e manifestazioni

Volo dell'amicizia Londra-Cervia - Ph. Sante CrepaldiNel 1965, ad esempio, nasce la “Marinata di primavera”, una gara di pesca allo sgombro con protagonisti i giornalisti delle più importanti testate dell'epoca, provenienti non solo dalla Penisola ma anche da tutta Europa. E proprio agli stranieri era rivolta una attenzione particolare, come con il “Treno dell'Amicizia” (furono ospitati gratis negli alberghi centinaia di tedeschi per scusarsi degli insulti alla Germania in alcune manifestazioni organizzate a Milano Marittima) o il “Volo dell'Amicizia”, che sancì invece i legami con Londra e gli inglesi. In cambio, ovviamente, soggiorni e vacanze gratis. Importanti i contatti anche con la Francia, la Scandinavia e l’Austria.

Ancora, nel 1972 debuttò Maggio in fiore, manifestazione arrivata ai giorni nostri col nome di Cervia città giardino. Semplice la formula: maestri giardinieri realizzano splendide aiuole fiorite in tutta la città. Un’occasione per arricchire di eventi un altro mese dell’anno e allungare così la stagione.

Da ricordare, infine, l’attenzione all’arte e alla cultura, con le mostre dedicate alle ceramiche di Faenza, che avevano come cornice i Magazzini del sale, gli appuntamenti come Cervia Ambiente, che ebbe tra i premiati Jacque Ives Cousteau e Konrad Lorenz, oppure l’”Operazione mare pulito” quando nel 1969 in occasione dell’apertura dell’impianto di depurazione della rete fognaria si organizzò una sfilata di moda in questo contesto così insolito. La natura era uno dei punti di forza del territorio e come tale andava salvaguardato e pubblicizzato.

Prima edizione maggio in fiore - Ph. Sante Crepaldi 

Prima edizione di Maggio in fiore

21 e 30 maggio 1972

 

Presentazione nella splendida pineta di Cervia della prima edizione della manifestazione (oggi conosciuta come “Cervia Città Giardino”). Sul palco l’allora sindaco Ivo Rosetti, Mario Cobellini detto “il duca”, Tommaso De Biase e Germano Todoli.

 

 

Alunni a maggio in fiore - Ph. Sante Crepaldi 

Alunni a Maggio in fiore

21 e 30 maggio 1972

 

La manifestazione, che fu organizzata dall’Amministrazione Comunale, dall’Azienda di Soggiorno e dell’Associazione Albergatori, vide anche il prezioso coinvolgimento di oltre 2.000 alunni delle scuole elementari e medie.

 

 

 

 

 

Concorso aiuole fiorite - Ph. Sante Crepaldi 

Concorso aiuole fiorite

21 e 30 maggio 1972

 

Cuore dell’evento era il concorso tra le aiuole fiorite più belle.

Ancora oggi, arrivato alla 41° edizione, “Cervia Città Giardino” sboccia, letteralmente, nel mese di maggio quando artisti, tecnici e architetti del verde in rappresentanza di 50 città ed enti italiani e stranieri si incontrano per trasformare le aiuole e i giardini delle città in vere e proprie opere d’arte, dando vita a una grande mostra all'aria aperta.

 

 

Maggio in fiore lezione a scuola - Ph. Sante Crepaldi 

Maggio in fiore, lezione a scuola

21 e 30 maggio 1972

 

Interno di una classe elementare. Una maestra in procinto di presentare agli alunni il progetto associato alla manifestazione: un disegno a mano libera che rappresenti la natura vista dai bambini.

 

 

 

 

 

Concorso topolino - Ph. Sante Cerpaldi 

Concorso topolino

1972

 

Primo piano di bambini impegnati a disegnare per raccontarsi e raccontare in una rielaborazione fantastica la realtà intorno a loro.

Il coinvolgimento dei più piccoli testimoniò la volontà dell’Amministrazione Comunale di far percepire da subito il valore dato al patrimonio naturalistico esistente

 

 

Concorso topolino - Ph. Sante Cerpaldi 

Concorso topolino, piccoli artisti

1972

 

Un gruppo di bambini racconta attraverso bellissimi disegni, e in modo fantastico, la natura.

 

 

 

 

 

Concorso topolino - Ph. Sante Cerpaldi 

Concorso topolino, gara al disegno più bello

1972

 

Gruppo di "giovani pittori" con tanto di tavolozza e cavalletto impegnati nella gara per il disegno più bello.

 

 

Premiazione marinata di primavera - Ph. Sante Cerpaldi  

 

Marinata di primavera, premiazione

1965-70

 

La “Marinata di Primavera” era una gara di pesca allo sgombro con protagonisti i giornalisti.

“È noto che i giornalisti sono specializzati a pescare notizie ma che sapessero pescare anche il pesce fresco di quello che si frigge in padella non lo immaginava nessuno… Sono arrivati a Cervia da tutta Europa uscendo da quotidiani e settimanali che fanno la pubblica opinione e da eroi della macchina da scrivere si sono trasformati in emuli del capitano Hacab. Nessuno qui pesca nel torbido, tutto il contrario di quanto accade nell'oscuro mare della cronaca di questo nostro pazzo mondo.”

(testo: Obiettivo sulla cronaca, Cervia: Gare di pesca, 15/06/1966, fonte: ArchivioLuce)

 

 

Marinata di primavera, vele - Ph. Sante Crepaldi 

Marinata di primavera, le vele

1965-70

 

Le vele sistemate davanti al Circolo Nautico pronte per essere issate sulle imbarcazioni dei pescatori.

“Il pescatore cervese è, tra i marinai adriatici, l’uomo che più soffre per il suo lavoro, l’uomo che minori utili trae dal suo lavoro, l’uomo che più rischia e che più può perdere nel suo lavoro. Si consideri una sola circostanza peculiare di Cervia. Il porto canale di Cervia è forse il più angusto, il più scomodo, il più pericoloso, il più piccolo dei porti che vanno (per lo meno), da Venezia al Gargano”

(Max David, prefazione all’edizione 1965 del Diario di Bordo della Marinata di Primavera)

 

 

Marinata di primavera, partenza gara di ciclocross - Ph. Sante Cerpaldi 

Marinata di primavera, gara di ciclocross

1965-70

 

Primo piano della partenza di una gara di ciclocross rivolta ai giornalisti.

“Il dinamico intelligente e furbo Federico Tiozzi, presidente dell’Associazione Albergatori, per valorizzare vieppiù attraverso la stampa nazionale e internazionale la moderna Cervia, quella che oggi viene chiamata la Milano Marittima, ha ideato la ‘Marinata di primavera’ una manifestazione sportivo folkloristica”

(Gino Valeriani in Diario di Bordo. Mari - nata di primavera 1966)

 

 

Marinata di primavera, gara di tiro a piattello - Ph. Sante Cerpaldi 

Marinata di primavera, gara di tiro al piattello

1965

 

Gare di tiro al piattello organizzate dall’associazione albergatori per i giornalisti che partecipavano all’evento. Era un’occasione per promuovere Cervia e il binomio turismo-sport. in primo piano Al Silvani.

 

 

Marinata di primavera, consegna delle vele - Ph. Sante Cerpaldi 

Marinata di primavera, consegna delle vele

1965

 

Consegna delle vele ai pescatori. Sulle vele, poste sulle imbarcazioni che ospitavano i giornalisti, erano raffigurate le principali testate nazionali ed internazionali.

In primo piano Rondano Dondini, Boesio Casanova e Silvano Collina.

 

 

Marinata di primavera, ciclocross - Ph. Sante Crepaldi 

Marinata di primavera, ciclocross

1965

 

Oltre alla gara di pesca allo sgombro, i giornalisti erano anche coinvolti in itineranti giri di ciclocross per le vie di Milano Marittima. Già all’epoca si pensava a promuovere un nuovo tipo di turismo: la vacanza attiva.

 

 

Operazione mare pulito, sfilata di moda - Ph. Sante Crepaldi 

Operazione mare pulito

1969

Entrò in funzione l’impianto di depurazione della rete fognaria, progetto realizzato per circa la metà del suo potenziale che prevedeva una spesa di oltre 4 miliardi e mezzo di lire.

Per l’epoca un impianto pilota, già studiato in altre realtà nazionali ed internazionali, e Cervia fu all’avanguardia nel realizzarlo.

Per l’occasione fu organizzata una sfilata di moda a cui ha fatto da protagonista Lara Saint Paul, indossatrice d’eccezione.

 

 

Volo dell'amicizia Londra-Cervia - Ph. Sante Crepaldi 

Volo dell'amicizia Londra-Cervia

1965

 

Alla presenza dell’allora sindaco Oriano Masacci presentazione in Piazza Garibaldi del volo dell’amicizia, evento che aveva l’obiettivo di promuovere Cervia sul mercato inglese.

Gli ospiti erano studenti dei college britannici.

 

 

Volo dell'amicizia Londra-Cervia, il console britannico - Ph. Sante Crepaldi 

Volo dell'amicizia, il console britannico

Natale 1964

 

Presentazione dell’iniziativa “Volo dell’amicizia” in Piazza Garibaldi: presenti sul palco il console britannico e il professore Alberto Currà.

In quell’occasione furono consegnati i buoni di soggiorno per l’estate successiva.

 

 

Volo dell'amicizia Londra-Cervia, promozione evento - Ph. Sante Crepaldi 

Volo dell'amicizia, promozione evento

1965

 

Giorgio Montanari, studente a quell’epoca, in giro per le strade di Milano Marittima per promuovere l’evento.

 

 

Consegna premio CerviaAmbiente a Jacques Yves Cousteau - Ph. Sante Crepaldi 

CerviaAmbiente, premiazione di Jacques Yves Cousteau

1976

 

L’attenzione per l’ambiente a Cervia nacque già dai primi anni ‘70 con l’obiettivo di tutelare e valorizzare le risorse ambienti presenti sul territorio.

Per i cervesi, amanti del mare, Cousteau, noto esploratore ed oceanografo francese, è un personaggio di grande valore.

 

 

 

Parco naturale, intervista a Konrad Lorenz - Ph. Sante Crepaldi 

Intervista a Konrad Lorenz

1980

 

Parco Naturale. Intervista al grande etologo e celebre premio Nobel per la medicina e la fisiologia (1973) Konrad Lorenz, in occasione del conferimento del “Premio CerviaAmbiente”.

Il Premio, istituito nel 1973, era un riconoscimento per chi si distingueva nella diffusione della cultura ambientale.

 

 

Concorso ceramica d'arte - Ph. Sante Crepaldi 

Concorso ceramica d'arte

21 Luglio e 8 Settembre 1968

 

Nella foto, la sala di un imponente edificio utilizzato un tempo come Magazzino del sale. Fu teatro del 6° “Concorso Ceramica d’Arte”.

“Vi figurano opere dei più illustri e quotati maestri italiani insieme ad opere di valentissimi ceramisti svizzeri, tedeschi, jugoslavi, maltesi. Come si vede la mostra di Cervia da nazionale come era nata sta diventando man mano largamente internazionale, e si afferma sempre di più fra le maggiori rassegne nazionali di tale arte” (Umberto Foschi)

 

 

 

Mi chiamavano a tutte le ore del giorno e della notte: c'erano mille iniziative. Era faticoso, ma non ho mai più visto la città così viva.

-Sante Crepaldi

Manifestazioni e eventi degli anni 60-70, negli scatti di Sante Crepaldi


Dove possiamo ammirare queste immagini?


La mostra fotografica Cervia negli anni 60 e 70 è un'esposizione permanente di scatti del fotografo storico cervese, Sante Crepaldi.
8 sezioni tematiche allestite in diversi spazi comunali:

  • Costume e società, Residenza Municipale al secondo piano (Piazza Garibaldi 1)
  • Personaggi famosi e Cantagiro del 1964, Residenza Municipale al primo piano (Piazza Garibaldi 1)
  • Paesaggio e Manifestazioni ed eventi, al Servizio Anagrafe (Via Ressi 6)
  • Sposalizio del Mare, Cervia Informa (Viale Roma 33)
  • Traversata Pola-Cervia e Circuito motociclistico di Cervia-MilanoMarittima, Palazzina Uffici Tecnici (piazza XXV Aprile)

 

Testi e immagini a cura di Foto Sante Crepaldi

Chiudi menu
Informazioni turistiche